Blog: http://iQuattroCavalieri.ilcannocchiale.it

"Un voto per l'Italia, la Repubblica Italiana e l'unità d'Italia."

 Un voto per l’ Italia, la Repubblica Italiana e per l’unità d’Italia.



Scrivo dopo lo stemma della Repubblica Italiana, ho voluto inserirlo prima.
Io, di quello stemma e della Costituzione e della Nazione da quella Costituzione istituita, sono orgoglioso e fiero.
Molto.
Molti per costruire l’Italia, che prima la dissoluzione dei costumi ha portato alla tirannide dell’impero e poi alla distruzione di questo da parte dei barbari, e quindi al regno della barbarie, hanno dovuto combattere.
Tanti, troppi sono morti.
Molti dopo che finalmente si era giunti all’unità d’Italia, sono caduti a causa della presa di potere della nuova barbarie, la Barbarie del Novecento, quella nazifascista.
E’ dalla lotta a questa barbarie da parte delle forze cristiane e laiche, che nasce la Costituzione e con essa la Repubblica Italiana.
Repubblica Italiana di tutta l’Italia, “… che è una e indivisibile.”
Questa Repubblica Italiana ha per propri valori costitutivi quelli delle forze dalla cui lotta essa nasce: i valori cristiani ed i valori laici.
La sua Costituzione ne è una mirabile e giuridicamente a livello mondiale insuperata sintesi.
Gl’attori hanno dei nomi, grandi ed insigni: Alcide de Gasperi e Palmiro Togliatti.
Hanno dei successori luminosi ed indiscutibilmente esemplari: Aldo Moro ed Enrico Berlinguer.
I principi sono quelli della carità e della solidarietà, della sussidiarietà e dell’unità.
E’ imprescindibile e doveroso votare per tutto questo.
Tutto questo è la nostra Storia, la nostra Cultura, la nostra  Civiltà.
Cose che il mondo intero ci ha sempre invidiato e per le quali ha sempre e da sempre guardato a noi.
Oggi più che mai è imprescindibile votare per la Repubblica Italiana, i suoi valori e la sua unità e non astenersi, o peggio, votare per chi ne vuole la negazione dei valori e la disgregazione.
Adempiamo al nostro primo e fondamentale dovere civico:votiamo per la Repubblica Italiana.
Votiamo contro le forme vecchie e nuove di nazifascismo.
Francesco latteri

 

Pubblicato il 5/6/2009 alle 20.27 nella rubrica politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web